Tutela dei cittadini, la Garante presenta la relazione annuale in I e IV Commissione regionale

È stata discussa lunedì 30 novembre, presso la I e la IV Commissione consiliare permanente della Regione Molise (Ordinamento ed organizzazione amministrativa e Servizi sociali), la relazione annuale delle attività portate avanti dalla Garante dei Diritti delle Persone.  Seppur presenta all’inizio del 2020, come previsto dall’apposita legge regionale istitutiva, la pandemia ha ritardato la fase del dibattimento sui contenuti illustrati nella relazione stessa.

Attraverso una seduta convocata on line, la dottoressa Leontina Lanciano ha esposto alle commissioni, presiedute dai Presidenti Andrea Di Lucente e Gianluca Cefaratti, i dettagli del lavoro svolto nel corso del 2019. La Garante ha tratteggiato la situazione, con i relativi dati specifici, riguardante i tre ambiti di propria competenza. Ovvero la tutela dei diritti dei minori, la tutela dei diritti delle persone private della libertà personale e la difesa civica.

Per ciascuno di questi ambiti, Leontina Lanciano ha fornito il quadro di riferimento così come si presentava all’inizio dell’anno, ha rappresentato tutte le iniziative avviate o portate a compimento per apportare miglioramenti concreti alla situazione di partenza, ha delineato la condizione attuale e non ha mancato di fare il punto sulle eventuali criticità tuttora da risolvere.

Ne è seguito un proficuo dibattito con i consiglieri membri di entrambe le commissioni, nell’ottica di una concreta cooperazione istituzionale mirata a raggiungere, per il futuro, risultati utili a incrementare ulteriormente i livelli di tutela a beneficio di tutte le fasce della popolazione molisana.

Al termine della seduta, Commissioni hanno preso atto della relazione annuale del Garante e l’hanno inviata all’attenzione del Consiglio Regionale.

Tags: 

Realizzato da . Copyright 2001-2019.