Safer Internet Day, la Garante illustra le azioni contro bullismo e cyberbullismo

"Impegnarsi affinché Internet divenga un luogo sempre più sicuro, soprattutto per i minori, è un dovere a cui tutti siamo chiamati - Afferma la Garante regionale dei Diritti della Persona - Bambini e ragazzi sono vulnerabili di fronte alle insidie della rete, soprattutto in un momento come questo, in cui la pandemia ha cambiato l’approccio dei minori al mondo del web. Proprio per sensibilizzare i cittadini su questo tema, la Commissione Europea ha istituito il Safer Internet Day. In occasione della Giornata mondiale per la Sicurezza in rete ho partecipato oggi, in veste di Garante regionale, all’evento on line ‘Sicurezza in rete ai tempi del Covid’, organizzato dall’Istituto omnicomprensivo ‘A. Giordano’ di Venafro - scuola polo regionale per il contrasto al bullismo e cyberbullismo - e dall’Ufficio Scolastico Regionale. In qualità di relatrice, ho illustrato le iniziative che come organismo regionale di garanzia ho portato avanti per contrastare i fenomeni del Bullismo e del cyberbullismo". L'appuntamento ha visto una grande partecipazione di studenti e docenti.

Del rapporto tra minori e internet, aggiunge Leontina Lanciano, "si è discusso anche durante la XX Conferenza nazionale per la Garanzia dei diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza, convocata online dal Garante nazionale, alla quale ho partecipato con i colleghi delle altre regioni. Nel corso dell’incontro si è fatto il punto sugli effetti della pandemia sui minori, soprattutto per quanto riguarda l’isolamento sociale, e si è lavorato a delle linee comuni d’azione, specialmente per l’educazione digitale e per i patti educativi di comunità".

Tags: 

Realizzato da . Copyright 2001-2019.